Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Medical Meeting

Associazione tra malattia autoimmune materna e disturbo da deficit di attenzione / iperattività nei bambini


La malattia autoimmune materna è stata associata a un aumentato rischio di disturbi dello sviluppo neurologico nella prole, ma pochi studi hanno valutato l'associazione con il disturbo da deficit di attenzione / iperattività ( ADHD ).

È stata esaminata l'associazione tra malattia autoimmune materna e disturbo ADHD all'interno di una coorte basata sulla popolazione e sono stati combinati i risultati in una successiva revisione sistematica e meta-analisi.

È stato condotto uno studio di coorte su bambini nati singoli a gestazione a termine ( 37-41 settimane ) nel New South Wales, Australia, tra il 2000 e il 2010 e seguiti fino alla fine del 2014.

In totale 12.610 bambini esposti a malattie autoimmuni materne sono stati abbinati per punteggio di propensione a 50.440 bambini non-esposti, per una coorte totale di 63.050 bambini.

Un bambino è stato considerato affetto da disturbo ADHD se aveva l'autorizzazione o una prescrizione per il trattamento stimolante per l'ADHD oppure una diagnosi ospedaliera di ADHD.
Sono stati esclusi i bambini collegati a un primo evento di disturbo ADHD prima dei 3 anni di età.

Sono state considerate come esposizione una o più diagnosi di malattie autoimmuni materne nei registri dei ricoveri ospedalieri nel periodo 2000-2012.

L’esito principale era rappresentato da disturbo ADHD infantile identificato in base all'autorizzazione o alla prescrizione di uno stimolante o alle diagnosi nelle cartelle cliniche di ricovero ospedaliero.
È stata valutata l'associazione tra malattia autoimmune materna e disturbo ADHD, aggiustata per il sesso.

Nell'analisi di coorte basata sulla popolazione, sono stati valutati 831.718 neonati singoli a termine, nati da 831.718 madri ( età media 29.8 anni ).
Su 12.767 neonati ( 1.5% ) collegati a una diagnosi autoimmune materna, 12.610 erano abbinati per punteggio di propensione a 50.440 neonati di controllo, per una coorte totale di studio di 63.050 neonati.

In questa coorte, qualsiasi malattia autoimmune è stata associata a disturbo ADHD nella prole ( hazard ratio, HR=1.30 ), così come diabete di tipo 1 ( HR=2.23 ), psoriasi ( HR=1.66 ) e febbre reumatica o cardite reumatica ( HR=1.75 ).

Sono stati inclusi nella meta-analisi 5 studi, compreso il presente studio.
E' emersa una associazione tra distrubo ADHD e qualsiasi malattia autoimmune ( 2 studi: HR=1.20 ), diabete di tipo 1 ( 4 studi: HR=1.53 ), ipertiroidismo ( 3 studi: HR=1.15 ) e psoriasi ( 2 studi: HR=1.31 ).

In uno studio di coorte, le malattie autoimmuni materne sono state associate a un aumento del distrubo ADHD tra i bambini.
Questi risultati suggeriscono una possibile vulnerabilità genetica condivisa tra malattia autoimmune e disturbo da deficit di attenzione / iperattività. o un potenziale ruolo per l'attivazione immunitaria materna nell'espressione dei disturbi dello sviluppo neurologico nei bambini. ( Xagena2021 )

Nielsen TC et al, JAMA Pediatr 2021; 175

Pedia2021 Gyne2021 Med2021



Indietro