Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Ematobase.it

Età gestazionale alla nascita e mortalità in giovani adulti


La nascita pre-termine è la principale causa di mortalità infantile nei Paesi sviluppati, ma l’associazione tra età gestazionale alla nascita e mortalità in età adulta resta sconosciuta.

Uno studio ha esaminato l’associazione tra età gestazionale alla nascita e mortalità tra i giovani adulti.

Lo studio di coorte ha coinvolto 674.820 individui nati nel corso di gravidanze non-gemellari in Svezia dal 1973 al 1979, che sono sopravvissuti all’età di 1 anno, inclusi 27.979 bambini nati pre-termine ( età gestazionale inferiore a 37 settimane ), seguiti fino al 2008 ( età 29-36 anni ).

Le principali misure di esito erano la mortalità per tutte le cause e la mortalità causa-specifica.

In totale, sono stati registrati 7.095 decessi in 20.8 milioni di persone-anno di follow-up.

Tra gli individui ancora vivi all’inizio di ciascun intervallo di età, è stata osservata una forte associazione tra età gestazionale alla nascita e mortalità nella prima età pediatrica ( età 1-5 anni: hazard ratio [ HR ] aggiustato per ogni ulteriore settimana di gestazione, 0.92; P inferiore a 0.001 ), che è scomparsa nella tarda età pediatrica ( età 6-12 anni: HR aggiustato, 0.99; P=0.61 ) e nell’adolescenza ( età 13-17 anni: HR aggiustato, 0.99; P=0.64 ), per poi riapparire nei giovani adulti ( età 18-36 anni: HR aggiustato, 0.96; P inferiore a 0.001 ).

Nei giovani adulti, i tassi di mortalità ( per 1000 persone-anno ) per età gestazionale alla nascita sono stati 0.94 per 22-27 settimane, 0.86 per 28-33 settimane, 0.65 per 34-36 settimane, 0.46 per 37-42 settimane ( a termine ) e 0.54 per 43 o più settimane.

La nascita pretermine è risultata associata a un aumento della mortalità nei giovani adulti anche tra individui nati nella fascia tardo-pretermine ( 34-36 settimane, HR aggiustato, 1.31; P inferiore a 0.001 ), rispetto ai bambini nati a termine.

Nei giovani adulti, l’età gestazionale alla nascita ha mostrato la più forte associazione inversa con la mortalità per anomalie congenite e respiratorie, per cause endocrine e per disturbi cardiovascolari e non è risultata associata a mortalità per disturbi neurologici, cancro o incidenti.

In conclusione, dopo l’esclusione di decessi molto precoci, una bassa età gestazionale alla nascita è risultata indipendentemente associata a un aumento della mortalità nelle prime fasi dell’età pediatrica e tra i giovani adulti. ( Xagena2011 )

Crump C et al, JAMA 2011; 306: 1233-1240


Pedia2011



Indietro