Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Onco News

Gli agonisti LHRH non dovrebbero essere impiegati di routine negli adolescenti di bassa statura


Il trattamento con un agonista LHRH (ormone rilasciante l’ormone luteinizzante) è talvolta prescritto per aumentare l’altezza negli adolescenti di bassa statura.
Lo scopo dello studio è stato quello di verificare l’effetto degli agonisti LHRH sull’altezza degli adolescenti di bassa statura e con normale pubertà.

Hanno preso parte allo studio 50 adolescenti , di cui 18 ragazzi e 32 ragazze, di bassa statura, che sono stati trattati con placebo ( n=24 ) o con un agonista LHRH ( n=26 ).
La durata media del trattamento è stata di 3,5+/-0,9 anni nel gruppo agonista LHRH e 2,1+/-1,2 anni nel gruppo placebo ( p
Il 94% dei pazienti ( n=47 ) sono stati seguiti fino al raggiungimento dell’età adulta.
I soggetti trattati con un agonista LHRH hanno presentato un aumento di 0,6 nel punteggio di deviazione standard o un aumento di 4,5 cm rispetto alle previsioni sull’altezza nell’età adulta ( p=0.01 ).

Il principale effetto indesiderato osservato dopo somministrazione dell’agonista è stato una riduzione della densità minerale ossea.
Pertanto secondo gli Autori il trattamento con agonisti LHRH non dovrebbe essere considerato di routine negli adolescenti con bassa statura e con normale pubertà. ( Xagena2003 )

Yanovski J A et al, N Engl J Med 2003; 348:908-917


Pedia2003 Farma2003


Indietro