Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Medical Meeting

Ruolo della Rifampicina nel ridurre l’infiammazione e i danni neuronali nella meningite batterica nei bambini


Il trattamento della meningite batterica acuta nei bambini con antibiotici battericidi provoca la lisi della parete cellulare e un aumento della cascata infiammatoria, che a sua volta contribuisce al danno neuronale e alla morbilità.
Il pretrattamento con un antibiotico non-batteriolitico, come la Rifampicina ( Rifadin ), ha dimostrato di attenuare la risposta infiammatoria in modelli sperimentali di meningite batterica.

In uno studio pilota in bambini con meningite batterica sono stati studiati i marcatori di risposta infiammatoria e il danno neuronale in due gruppi di bambini con meningite batterica; un gruppo ha ricevuto Rifampicina come pretrattamento con Ceftriaxone ( Rocefin ), l’altro gruppo ha ricevuto solo Ceftriaxone.

Sono stati assegnati in modo casuale 40 bambini con meningite batterica da 3 mesi a 12 anni di età a ricevere una singola dose di Rifampicina ( 20 mg/kg ) 30 minuti prima di Ceftriaxone oppure Ceftriaxone da solo.

Le variabili di esito primario erano le concentrazioni nel liquido cerebrospinale ( CSF ) del fattore di necrosi tumorale alfa ( TNF-alfa ), S100B ( proteina legante il calcio di tipo B ) ed enolasi specifica dei neuroni ( NSE ) il giorno 1 e il giorno 5.
Le variabili di esito secondario erano i valori di TNF-alfa e interleuchina 6 ( IL-6 ) nel siero il giorno 1 e il giorno 5; e sequele uditive e neurologiche 3 mesi dopo il recupero dalla malattia.

I bambini in pretrattamento con Rifampicina avevano concentrazioni significativamente più basse nel liquido cerebrospinale di TNF-alfa ( mediana: 15.5 pg/ml vs 53.0 pg/ml; P=0.019 ) e di S100B ( mediana: 145.0 pg/ml vs 447.5 pg/ml; P=0.033 ) il giorno 1, e S100B ( mediana: 109.7 pg/ml vs 322 pg/ml; P=0.048 ) e NSE ( mediana: 8.6 ng/ml vs 18.2 ng/ml; P=0.035 ) il giorno 5, rispetto al gruppo con solo Ceftriaxone.

Il gruppo trattato con Rifampicina ha anche presentato riduzione della morbilità e delle sequele neurologiche; tuttavia, questi dati non sono risultati statisticamente significativi.

In conclusione, il pretrattamento con Rifampicina in singola dose, 30 minuti prima della somministrazione di Ceftriaxone, ha ridotto le concentrazioni nel liquor dei marcatori di infiammazione e di danno neuronale nei bambini con meningite batterica. ( Xagena2016 )

Uppal L et al, Pediatr Infect Dis J 2016; Epub ahead of print

Inf2016 Neuro2016 Pedia2016 Farma2016


Indietro