Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Ematobase.it

Vaccinazioni nell’infanzia e rischio di asma ?


I Ricercatori dei Centers for Disease Control and Prevention ( CDC ) di Atlanta ( Usa ) hanno studiato l’eventuale esistenza di una relazione tra vaccinazioni nell’infanzia e rischio di asma.
Uno studio di coorte ha esaminato 167.240 bambini , tenuti sotto osservazione dalla nascita fino ad almeno 18 mesi , e fino ad un massimo di 6 anni d’età.
Un totale di 18.407 bambini ( 11%) ha sviluppato asma con l’età media di insorgenza di 11 mesi. Il rischio relativo ( 95% CI ) è stato di 0,92 ( 0,83-1,02 ) per il vaccino contro la difterite, il tetano e la pertosse a cellule intere , 1,09 ( 0,9-1,23 ) per il vaccino antipolio orale , 0,97 ( 0,91-1,04 ) per il vaccino contro il morbillo, la parotite e la rosolia , 1,18 ( 1,02-1,36 ) per il vaccino contro l’Haemophilus influenzae tipo b ( Hib ) e 1,20 ( 1,13-1,27 ) per il vaccino contro l’epatite B.
Da questa ricerca non è emersa alcuna associazione tra vaccinazione contro la difterite , il tetano , la pertosse , la poliomielite , il morbillo, la parotite , la rosolia, e rischio di asma.
La debole interazione tra rischio d’asma e vaccinazione contro l’Haemophilus influenzae o l’epatite B , sembra essere un bias ( errore ). ( Xagena2002 )

De Stefano F et al , Pediatr Infect Dis J 2002 ; 21 : 498-504



Indietro