XagenaNewsletter
Medical Meeting
Xagena Mappa
Dermabase.it

Brachiterapia stereotassica con Iodio-125 per il trattamento dei gliomi di basso grado non-operabili nei bambini


La resezione è considerata in genere il gold standard per il trattamento dei glomi di basso grado ( grado WHO I e II ) in età pediatrica.

Tuttavia, il 30-50% di questi tumori sono inoperabili a causa della loro collocazione in aree cerebrali altamente eloquenti.

Un numero esiguo di report ha indicato che la brachiterapia stereotassica con impianto di semi di Iodio-125 ( 125I ) può essere un trattamento alternativo locale sicuro ed efficace.

Uno studio a singolo Centro ha verificato l’esito a lungo termine dopo brachiterapia stereotassica su un’ampia casistica.

Sono stati inclusi nello studio i pazienti pediatrici trattati con brachiterapia stereotassica con 125I ( dose terapeutica cumulativa 50-65 Gy in 9 mesi ) per glioma di basso grado con follow-up superiore a 6 mesi.

E’ stato valutato l’esito clinico e radiologico, il tempo alla progressione e la sopravvivenza generale, e sono stati studiati i fattori prognostici ( età, sesso, punteggio di performance di Karnofsky, volume del tumore e istologia ) per i sopravvissuti e la progressione della malattia.

In totale, 147 su 160 pazienti pediatrici trattati con brachiterapia stereotassica ( dal 1982 al 2009 ) sono stati analizzati in dettaglio.

La mortalità legata alla procedura è risultata pari a zero e la morbilità a 30 giorni è risultata transitoria e bassa ( 5.4% ).

I tassi di sopravvivenza a 5 e 10 anni sono stati, rispettivamente, 93% e 82%, senza differenza significativa tra tumori di grado I e II ( follow-up mediano, 67.1 mesi ).

Dei 147 pazienti, 21 ( 14.8% ) si sono presentati con recidiva del tumore.

I restanti 126 hanno mostrato risposta completa nel 24.6%, risposta parziale nel 31.0% e malattia stabile nel 29.6%.

Lo status neurologico è migliorato ( 57.8% ) o è rimasto stabile ( 23.0% ).

Nessuno dei fattori valutati ha avuto un impatto significativo sugli endpoint dello studio eccetto un volume del tumore superiore a 15 mL, che ha portato a tassi significativamente superiori di ricorrenza della malattia ( P inferiore a 0.05 ).

In conclusione, questi risultati hanno dimostrato che la brachiterapia stereotassica rappresenta un trattamento locale sicuro, minimamente invasivo e altamente efficace per pazienti pediatrici con glioma di basso grado ( grado I e II ) non-operabile. ( Xagena2011 )

Ruge MI et al, J Clin Oncol 2011; 29: 4151-4159


Onco2011 Neuro2011 Pedia2011



Indietro