Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Medical Meeting

Caratteristiche ed esiti dell'infezione neonatale da SARS-CoV-2 nel Regno Unito


I bambini differiscono dai bambini più grandi per quanto riguarda la loro esposizione alla sindrome respiratoria acuta grave da coronavirus 2 ( SARS-CoV-2 ).
Tuttavia, i dati che descrivono l'effetto di SARS-CoV-2 in questo gruppo sono scarsi e la guida è variabile.

Sono state descritte l'incidenza, le caratteristiche, la trasmissione e gli esiti dell'infezione da SARS-CoV-2 nei neonati che hanno ricevuto cure ospedaliere nel Regno Unito.

È stato condotto uno studio di coorte prospettico basato sulla popolazione del Regno Unito su bambini con infezione confermata da SARS-CoV-2 nei primi 28 giorni di vita che hanno ricevuto cure ospedaliere tra il 1 marzo e il 30 aprile 2020.

I bambini infetti sono stati identificati attraverso una sorveglianza nazionale attiva tramite la British Paediatric Surveillance Unit, collegata a test nazionali, audit di terapia intensiva pediatrica e dati di sorveglianza ostetrica.

I risultati includevano l'incidenza ( per 10.000 nati vivi ) dell'infezione confermata da SARS-CoV-2 e della malattia grave, le proporzioni di bambini con sospetta infezione acquisita verticalmente e nosocomialmente e gli esiti clinici.

Sono stati identificati 66 bambini con infezione confermata da SARS-CoV-2 ( incidenza 5.6 per 10.000 nati vivi ), di cui 28 ( 42% ) avevano una grave infezione da SARS-CoV-2 neonatale ( incidenza 2.4 per 10.000 nati vivi ).
16 di questi bambini ( 24% ) sono nati prematuri.

In tutto 36 bambini ( 55% ) appartenevano a gruppi etnici bianchi ( incidenza di infezione da SARS-CoV-2 4.6 per 10.000 nati vivi ), 14 ( 21% ) appartenevano a gruppi etnici asiatici ( 15.2 2 per 10.000 nati vivi ), 8 ( 12% ) appartenevano a gruppi etnici neri ( 18.0 per 10.000 nati vivi ) e 7 ( 11% ) appartenevano a gruppi etnici misti o di altro tipo ( 5.6 per 10.000 nati vivi ).

Complessivamente 17 bambini ( 26% ) con infezione confermata sono nati da madri con infezione perinatale nota da SARS-CoV-2, 2 ( 3% ) sono stati considerati con una possibile infezione acquisita verticalmente ( campione SARS-CoV-2 positivo entro 12 ore dalla nascita in cui anche la madre era positiva ).
8 bambini ( 12% ) avevano una sospetta infezione acquisita nosocomialmente.

Al 28 luglio 2020, 58 bambini ( 88% ) erano stati dimessi a casa, 7 ( 11% ) erano ancora ricoverati e 1 ( 2% ) era morto per cause non-correlate all'infezione da SARS-CoV-2.

L'infezione neonatale da SARS-CoV-2 è rara nei bambini ricoverati in ospedale.
L'infezione con ricovero neonatale dopo la nascita da una madre con infezione perinatale da SARS-CoV-2 era improbabile e la possibile trasmissione verticale rara, supportando le linee guida internazionali che raccomandano di evitare la separazione tra madre e bambino.
L'elevata percentuale di bambini provenienti da gruppi etnici neri, asiatici o minoritari richiede un'indagine più approfondita. ( Xagena2021 )

Gale C et al, Lancet Child & Adolescent Health 2021; 5: 113-121

Pedia2021 Inf2021



Indietro