Xagena Mappa
Medical Meeting
Gastrobase.it
Cardiobase

Esposizione prenatale agli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina e agli inibitori della ricaptazione della serotonina-noradrenalina e rischio di ipertensione polmonare persistente del neonato


Nell'ultimo decennio c'è stato un marcato aumento dell'uso di inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina ( SSRI ) e di inibitori della ricaptazione della serotonina-norepinefrina ( SNRI ).
È probabile che molti neonati siano esposti durante la gravidanza e il travaglio.

È stata valutata l'associazione tra esposizione a inibitori SSRI e inibitori SNRI durante la gravidanza e il rischio di ipertensione polmonare persistente del neonato.

Si è cercato di confrontare il rischio di ipertensione polmonare persistente del neonato tra specifici agenti inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina.

Sono stati esaminati studi di coorte retrospettivi e studi caso-controllo che riportavano il rischio di ipertensione polmonare persistente del neonato nella prole di donne esposte a inibitori SSRI o inibitori SNRI durante la gravidanza.

L'esito primario era il rischio di ipertensione polmonare persistente del neonato dopo esposizione a inibitori selettivi del reuptake della serotonina o inibitori del reuptake della serotonina-norepinefrina durante la gravidanza.

Sono stati identificati in totale 11 studi. Complessivamente 156.978 donne e la loro prole sono state esposte a inibitori SSRI o inibitori SNRI durante la gravidanza.

L'ipertensione polmonare persistente del neonato è stata rilevata in bambini esposti, con un tasso di incidenza di 2.9 casi ogni 1.000 nati vivi e un numero necessario da trattare ( NNT ) per ottenere un effetto avverso di 1.000.

Il rischio di ipertensione polmonare persistente del neonato è risultato significativamente aumentato nell'analisi dell'esposizione a inibitori SSRI / inibitori SNRI in qualsiasi trimestre ( odds ratio, OR=1.82; I2=72% ), così come in una analisi limitata alle settimane di esposizione superiori a 20 ( OR=2.08, I2=76% ).

La Sertralina ( Zoloft ) è stata classificata come la più probabile ad avere il più basso rischio di ipertensione polmonare persistente del neonato tra i diversi inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina ( P=0.83 ).

In conclusione, l'esposizione agli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina o agli inibitori della ricaptazione della serotonina-norepinefrina durante la gravidanza è associata a un aumentato rischio di ipertensione polmonare persistente del neonato.
La Sertralina è classificata come la più probabile ad avere il più basso rischio di ipertensione polmonare persistente del neonato rispetto ad altri inibitori SSRI, suggerendo un possibile migliore profilo di sicurezza per l'uso in gravidanza.
Sono necessari ulteriori studi per confermare questi risultati. ( Xagena2018 )

Masarwa R et al, Am J Obstet Gynecol 2018; Epub ahead of print

Gyne2018 Cardio2018, Pneumo2018, Psyche2018 Pedia2018 Farma2018



Indietro